|  Ciclobby  |  News  |  Linea Diretta  |  Cicloturismo  |  Foto  |  Archivio  |  Bicinfesta di Primavera  |  Bimbimbici  |  Materiali e Documenti  |  Attivita'  |  Fiab  |  Link  |  Annunci  |  Piste ciclabili milanesi  |  CicloMilano  |  Mappa del sito  | 


Eventi 2012 
Eventi 2011 
Eventi 2010 
Eventi 2009 
Tunnel di Porta Nuova 
La coperta scucita 
Concerto per Riccardi 
LIB 2009 
Eventi 2008 
Auguri! 
Presidio Comune Milano 
Mal'Aria 
Assemblea dei soci 
In Marcia per il Clima 
Gigi Riccardi 
LIB 2008 
Vuoi la pace? Pedala! 
Eventi 2007 
Sicurezza stradale 
Bicintreno 
Fa' la cosa giusta! 
Raggi Verdi 
Bicipace 2007 
Pedoni contro ciclisti? 
PLIS 
CiclOvEstate 
LIB 2007 
1 Conferenza Nazionale Bici  
Eventi 2006 
Concerto di Natale Karakorum 
Vuoi la pace pedala! 
Lib 
Festa 20 anni 
Amici Beppe Grillo 



Archivio  > Eventi 2008  > Presidio Comune Milano 

Presidio in bici: dal Dire al Fare

RICHIESTA AL COMUNE DI MILANO DI PASSARE DAL DIRE AL FARE

NELLA POLITICA A SOSTEGNO DELLA BICICLETTA

Presidio in bicicletta a Palazzo Marino

giovedì 31 gennaio 2008

ore 9,30 - 10,00


 

Questa mattina dalle 9,30 alle 10,30 - promosso dall'Intergruppo consiliare Amici della Bicicletta del Comune di Milano, formato da Consiglieri Comunali e Consiglieri di Zona, sia di maggioranza sia di minoranza - si è svolto un folto presidio in bicicletta presenti i rappresentanti di Fiab Ciclobby e di Legambiente.

I partecipanti - al fine di segnalare il ruolo di rappresentanti delle pubbliche istituzioni di molti di loro - esibivano una coccarda tricolore.

Lo scopo dell'iniziativa è stato di consegnare al Sindaco un promemoria sulla necessità di passare rapidamente dal dire al fare in materia di interventi pro-bike, con interventi poco costosi e di rapida esecuzione, già a partire dai primi mesi del 2008.

Dalla programmazione, dunque, all’azione.

Il promemoria - lo trovate al termine di questo articolo - è stato ritirato dal Capo di Gabinetto del Sindaco A. Bonetti.

Tra i presenti: i Consiglieri comunali Maurizio Baruffi, Carola Colombo, Carlo Montalbetti, Francesca Zajczyk; la Presidente del Consiglio di Zona 1 Micaela Goren Monti, i Consiglieri di Zona Paola Bocci, Antonio Canino, Francesca Castelbarco; il Consigliere regionale Giuseppe Civati; Luigi Riccardi Direttore Fiab; Eugenio Galli Presidente Fiab Ciclobby; Damiano Di Simine Presidente Legambiente; Maria Berrini di Ambiente Italia.

Particolarmente apprezzata - per la novità ed il significato politici - è stata la rigorosa trasversalità (maggioranza e minoranza) dei rappresentanti istituzionali presenti su un tema di civiltà come la mobilità ciclistica per migliorare traffico e ambiente.

Intergruppo Consiliare
Amici della Bicicletta
Comune di Milano

PROMEMORIA DEI CONSIGLIERI COMUNALI E DI ZONA
E DEI CICLISTI MILANESI SULLA MOBILITA’ CICLISTICA

Pur apprezzando i contenuti del Piano della Mobilità Ciclistica del Comune di Milano recentemente
reso pubblico, nonché il progetto di avvio del servizio di bici pubbliche (bike sharing), si ritiene che
ormai non sia più tempo per la sola pianificazione.
Per la credibilità della politica a favore della bicicletta è indispensabile che il Comune di Milano
passi senza indugi alla fase delle realizzazioni, a partire dai primi mesi del 2008.
Dalla programmazione, dunque, all’azione.
Sono richiesti prioritariamente interventi e provvedimenti poco costosi e realizzabili in breve
tempo.
In particolare, si chiede:
  1. di attrezzare per il transito delle biciclette, ai sensi di quanto previsto dal Codice della Strada, un certo numero di marciapiedi adatti
  2. utilizzo per la bicicletta delle sezioni dei marciapiedi all’esterno dei portici
  3. utilizzo anche per le biciclette delle corsie preferenziali per i mezzi pubblici, purché di adeguata sezione
  4. diffusione delle attrezzature di parcheggio per le bici presso i principali centri attrattori (scuole, università, edifici pubblici, impianti sportivi, chiese, biblioteche, supermercati, cinema, teatri, stazioni, fermate della metropolitana, ospedali)
  5. utilizzo di corsie ciclabili in carreggiata
  6. controviali a trenta chilometri all’ora
  7. utilizzo del doppio senso di marcia per le biciclette nei sensi unici per gli altri veicoli
Questi interventi costituiscono un evidente segnale rivolto ai cittadini milanesi che finalmente il Comune di Milano intende tutelare la loro libertà di scelta della bicicletta come mezzo di trasporto.
Le richieste dei cittadini a sostegno della mobilità dolce non devono andare deluse. La tempestività di realizzazione di questi provvedimenti sarà la misura della volontà di cambiamento.

Milano, 31 gennaio 2008



(Foto di Maurizio Pratesi)



© Ciclobby Onlus - Tutto il materiale e le immagini pubblicate in questo sito sono di proprieta' di Fiab CICLOBBY onlus (o dei relativi autori, dove specificato). E' vietato l'utilizzo, la copia, la riproduzione o la divulgazione a fini commerciali dei materiali in qualunque forma e click here formato senza citazione della fonte.