Per una città ciclabile: le cose da non fare

Valutazione attuale:  / 0

Segnaliamo che è possibile scaricare nella sezione Download un interessante documento su alcune regole di progettazione di interventi a favore della mobilità ciclistica.
Il documento, scritto da Alfredo Drufuca di Polinomia srl, non è un manuale di progettazione di tipo tecnico ma un utile vademecum che qualsiasi ciclista dovrebbe conoscere per poter valutare  le infrastrutture dedicate alla bici. Ed agire di conseguenza quando queste non sono adeguate.

http://www.ciclobby.it/cms/servizi/download/category/12-progettazione-della-mobilita-sostenibile?download=26:per-una-citta-ciclabile-le-cose-da-non-fare

Ringraziamo l'autore nonché Matteo Dondè, Eugenio Galli (FIAB), Valerio Montieri (FIAB) e Luigi Torriani (Polinomia) per i loro contributi.

La ciclabile della discordia?

Valutazione attuale:  / 0

Ho letto la posizione di Simonpaolo Buongiardino (lettera "La ciclabile della discordia" pubblicata il 10 giugno) sulla pista ciclabile di viale Tunisia e la trovo molto pretestuosa.

Dopo avere sistematicamente ignorato, deriso o contestato per anni ogni proposta fatta dalle associazioni ambientaliste per favorire la mobilità sostenibile, oggi il rappresentante dell'associazione dei commercianti utilizza una critica mossa da alcuni cycle commuter alla realizzanda pista ciclabile di viale Tunisia per sferrare un nuovo attacco all'Amministrazione milanese.

Ci piacerebbe conoscere quali sono le proposte della Confcommercio milanese per contrastare traffico e inquinamento, per migliorare la mobilità dell'area metropolitana in senso sostenibile e per favorire lo sviluppo di una ciclabilità di livello europeo. Una ciclabilità degna di questo nome, che non sia meramente residua, relegata al tempo libero e confinata all'interno di piste ciclabili spezzettate qua e là, sempre e comunque vissute con fastidio.

Questo modo di strumentalizzare il dibattito, piegandolo ad altri fini, non va bene.

Dico però anche che FIAB Milano Ciclobby, insieme alle altre associazioni ambientaliste con cui era periodicamente coinvolta nei confronti sui temi della mobilità sostenibile in Comune (allora si dibatteva delle sorti di Area C), aveva ripetutamente quanto purtroppo inutilmente chiesto agli assessori di essere invitata ad un confronto più ampio, che includesse anche le ragioni delle altre categorie cittadine e in particolare proprio la parte rappresentata da Confcommercio.

Quando diciamo che ognuno deve fare sino in fondo la sua parte, dimostrando la volontà di cambiamento e anche la capacità di superare abitudini consolidate e ataviche pigrizie, ci riferiamo certamente anche alle associazioni rappresentative delle categorie produttive e dei servizi della città.

Sarebbe ora che anche Buongiardino lo capisse, come lo hanno da tempo compreso molti degli imprenditori iscritti alla sua associazione, i quali ormai sanno bene che da una città vivibile e a misura di persona hanno soprattutto da guadagnarci, sia come cittadini, sia come imprenditori.

Eugenio Galli (presidente FIAB Milano Ciclobby)

[Lettera inviata a Corriere della Sera e Confcommercio]

Intervista di Buongiardino del 4 giugno 2014 sulla nuova ciclabile di viale Tunisia:
http://www.agiellenews.it/articolo/agielle-buongiardino-confcommercio-un-errore-le-ciclabili-di-viale-tunisia-e-corso-venezia/9013

Articolo di Simone Dini che ha scatenato la discussione:
http://www.bikeitalia.it/2014/06/03/milano-ciclabile-doro-viale-tunisia/
Replica del Comune:
http://www.bikeitalia.it/2014/06/04/ciclabile-viale-tunisia-replica-comune-milano/

Per un'aria più respirabile

Valutazione attuale:  / 1

PER UN'ARIA PIÙ RESPIRABILE - SUBITO INTERVENTI A FAVORE DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE

FIAB MILANO CICLOBBY ADERISCE ALL'APPELLO MILANO SVEGLIATI DEI GAS

FIAB Milano Ciclobby aderisce all'appello "Milano Svegliati" diffuso nei giorni scorsi dai Genitori Antismog e alle loro richieste al Comune di Milano per introdurre misure urgenti che portino ad un miglioramento dell'aria nella nostra città.Il bene salute è protetto dalla Costituzione e non può essere continuamente condizionato dalle "ragioni" della politica. Fermo restando che nessuna ragione dovrebbe essere anteposta alle esigenze dei cittadini più giovani e fragili, che hanno il diritto di crescere e vivere in una città respirabile.

Da tempo siamo impegnati nella diffusione della mobilità ciclistica e nel continuare a invitare i milanesi ad abbandonare l'auto per gli spostamenti in città. Riteniamo che questa Amministrazione debba intervenire con misure concrete atte a garantire maggiore sicurezza a tutela di chi sceglie la bicicletta come mezzo di trasporto.

La mobilità sostenibile può dare un contributo fondamentale al miglioramento della qualità della vita in generale e di quella dell'aria che respiriamo in particolare, pertanto ci uniamo all'associazione GAS (http://www.genitoriantismog.it/) e chiediamo:

  • di inserire a bilancio e rendere operativo in via sperimentale a partire dal 1 Gennaio 2015 l'approntamento di una nuova area esterna ad Area C – che giunga inizialmente almeno fino alla circonvallazione filoviaria - con l'obiettivo di ridurre il traffico attuale in tale area di almeno il 30%.·       
  • di istituire al più presto presso le scuole esposte ad un traffico di oltre 10.000 veicoli/giorno misure di restrizione/divieto di transito del traffico negli orari di ingresso/uscita dalle scuole, provvedimenti di pedonalizzazione e 'Zone 30', effettuando le dovute verifiche di adeguatezza ambientale presso gli edifici scolastici.
  • infine di operare politiche in favore della creazione di percorsi ciclabili diffusi in città, affinché la rete ciclabile sia incrementata almeno del 30% entro fine mandato.

FIAB Milano Ciclobby

Lombardiainbici 2014

Valutazione attuale:  / 0

LIB 2014  31 maggio - 2 giugno

Siamo alle porte della grande esposizione universale EXPO Milano 2015 con la sua impegnativa sfida sulla sostenibilità ambientale dell'intero pianeta e noi abbiamo pensato di dare un piccolo contributo preparando un Lombardiainbici 2014 basato su Paesaggio e Ambiente, Cultura e Territorio, Cicloturismo e Benessere.
Questa quarta edizione del Coordinamento Lombardia vuole proporre un viaggio eco-sostenibile ai nuovi pellegrini che arriveranno dal Nord Europa, ripercorrendo in parte le vecchie strade, in totale armonia con la natura e l'ambiente. Sperimenteremo il collegamento con la Svizzera e l'Europa insieme agli amici di Pro Velo Ticino e vivremo i grandi spazi dei Parchi a nord di Milano, ma anche la magnificenza della Villa Reale di Monza e la magia delle Abbazie, l'agricoltura d'eccezione del Parco Agricolo Su di Milano fino a giungere alle porte di Expo 2015. Un evento delle meraviglie attorno al capoluogo lombardo.

Il programma completo si trova sul sito dell'associazione FIAB Cremona.

E' anche possibile partecipare alle singole tappe, cliccando qui potete vedere le informazioni relative a partenza e rientro da Milano. Le quote di partecipazione alle singole giornate si trovano qui.

Roma 4-6 aprile 2014: secondo Congresso nazionale FIAB

Valutazione attuale:  / 0

Un appuntamento importante a Roma il primo weekend di aprile: il secondo congresso nazionale FIAB.

Stiamo vivendo un momento fulgido e fecondo per i nostri temi e non è casuale la scelta della capitale per il nostro congresso: la nostra azione di lobby con la politica nazionale si sta intensificando e ne avremo testimonianza anche durante il congresso.

La FIAB Federazione Italiana Amici della Bicicletta – Onlus convoca il suo secondo Congresso Nazionale in prima convocazione per il giorno venerdì 4 aprile alle ore 17:00 stabilimento Venezia, Lido di Ostia (Roma) e sabato 5 aprile alle ore 9:30 in seconda convocazione presso: ex Cartiera Latina, Sede del Parco Regionale dell'Appia Antica, Via Appia Antica 42, Roma.

Il Congresso continuerà fino alle ore 13:30 di Domenica 6 aprile e avrà la funzione di assemblea ordinaria.

Leggi l'articolo completo sul sito FIAB

 

Lissone conta le bici

Valutazione attuale:  / 1

Un censimento dei ciclisti lissonesi e l'analisi dei flussi del traffico a due e quattro ruote. E' l'obiettivo di un'interessante iniziativa promossa tra gli studenti delle scuole superiori dal Comune di Lissone in collaborazione con le associazioni FIAB-Ciclobby ed Equibici nell'ambito del Progetto mobilità sostenibile.

Giovedì 27 marzo due classi (esattamente la IV A Geometri e la IV C Liceo scientifico) dell'Istituto Europa Unita effettueranno rilevazioni del traffico in quattro punti, interessanti anche perché vicini alla scuola stessa: via Martiri Libertà (angolo via Tiziano); via San Francesco (angolo via Murri), via Cattaneo (di fronte al cimitero) e via Bernasconi (angolo via Sauro). I rilevatori, dotati di giubbetti gialli FIAB catarifrangenti, conteranno separatamente bici, moto e auto in due fasce orarie distinte: dalle 8 alle 10 e dalle 11 alle 13. I dati raccolti saranno successivamente elaborati con l'aiuto dei docenti e verranno riportati in una rappresentazione grafica su planimetrie e tabelle.

Eletto il nuovo Consiglio di Presidenza di FIAB Ciclobby Onlus

Valutazione attuale:  / 0

Martedì 18 marzo 2014 in occasione del primo Consiglio Direttivo successivo all'assemblea dei soci, si è proceduto all'elezione delle cariche esecutive.

Alla carica di Presidente dell'associazione è stato confermato Eugenio Galli.

Sono stati nominati due vice-presidenti: Stefania Fuso Nerini e Marco Mazzei.

La carica di segretario amministrativo è stata affidata a Sergio Ghisoni.

Riconfermata Vanna Bartesaghi come segretaria organizzativa.

Presidente, vice-presidenti, segretario amministrativo e segretario organizzativo costituiscono il Consiglio di Presidenza, come da statuto.

Premio Isimbardi a FIAB Ciclobby

Valutazione attuale:  / 0

Si è svolta oggi presso il Teatro Dal Verme la cerimonia di consegna del Premio Isimbardi, assegnato dalla Provincia di Milano nella "Giornata della Riconoscenza" per conferire un riconoscimento a cittadini e associazioni del mondo culturale, sociale, artistico, economico, sportivo, legati al territorio del milanese e che si siano distinti nella propria attività a favore delle comunità.

Il premio è stato ritirato a nome dell'associazione da Stefania Fuso Nerini, vice presidente di FIAB Ciclobby.

La motivazione per l'assegnazione è la seguente:

Ciclobby è un'associazione cicloambientalista che fa parte della grande famiglia di FIAB Onlus, la Federazione Italiana Amici della Bicicletta che riunisce al suo interno più di 100 associazioni che si occupano di questa importante tematica e distribuite in tutto il territorio nazionale.

FIAB Ciclobby Onlus ha come scopo la promozione dell'uso della bicicletta sia come mezzo di trasporto quotidiano, compatibile con l'ambiente, economico ed efficace, sia come mezzo per la pratica del ciclo-escursionismo, ossia di una forma di turismo particolarmente salubre e rispettosa dell'ambiente.
Proprio perché dedita esclusivamente a questo scopo, l'associazione è divenuta nel corso degli anni un importante centro di competenza in materia di mobilità sostenibile e ciclistica oltre ad avere avvicinato una grande parte dell'utenza ciclistica.

Twitter