Chiusura sede prossimi sabati

Valutazione attuale:  / 0

La sede sarà chiusa sabato 14 e sabato 21 maggio.

Sabato 14 ti invitiamo a venire a trovarci al Parco Sempione, vicino all'Arena, dove terremo il corso per imparare ad andare in bici. Chi desidera iscriversi o rinnovare la tessera per il 2022 potrà farlo lì.

Da sabato 28 maggio riprenderanno le consuete aperture dalle 10:30 alle 12.

 


 

Bimbimbici: domenica 8 maggio

Valutazione attuale:  / 0

DOMENICA 8 maggio 2022 torna BIMBIMBICI, la manifestazione nazionale della FIAB, Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta, nata nel 2000 per incentivare la mobilità sostenibile e l'utilizzo della bicicletta come mezzo di trasporto per i bambini e i ragazzi.

RITROVO: Parco Trotter - "esedra" di via Giacosa dalle ore 9:30
REGISTRAZIONE DEI PARTECIPANTI
PARTENZA alle ore 10:00
ARRIVO: piazza Città di Lombardia alle11:15
LUNGHEZZA PERCORSO: km 4,50

È previsto, oltre al servizio d'ordine dei volontari di FIAB Milano Ciclobby, l'accompagnamento della Polizia Locale in bicicletta.

Quest'anno Bimbimbici partecipa alla giornata conclusiva della Civil Week 2022: la quattro giorni dell'impegno civico nella Città metropolitana di Milano terminerà con BiciCivica, tre cortei di ciclisti provenienti dall'hinterland milanese, che partiranno da diversi punti della città e che accoglieranno in piazza Città di Lombardia i piccoli pedalatori di BIMBIMBICI.

https://civilweek-vivere.it/
https://civilweek-vivere.it/civil-week-vivere/
https://www.corriere.it/buone-notizie/civil-week/notizie/c-bicicivica-vivere-milano-due-ruote-ripartire-4d813a50-c093-11ec-a9eb-2524bc1194db.shtml

Invitiamo tutti i partecipanti, grandi e piccoli, a vestire o a portare qualcosa di bianco, così da rendere più visibile e facilmente distinguibile il nostro corteo!

L'evento è gratuito, ma per partecipare occorre registrarsi nel nostro sito:
https://www.fiabmilano.it/calendario/2022/05/08/bimbimbici
compilando l'iscrizione (tasto in basso a dx) per ciascun partecipante (bambini e adulti)

per informazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
telefono 02-69311624 - orari: martedì-venerdì 17.00-19.00 sabato 10.30-12.00

 


 

Cycle2Recycle: ripuliamo le ciclovie lombarde

Valutazione attuale:  / 0

L'inquinamento da abbandono di rifiuti in plastica è un problema che affligge tutti i territori densamente popolati, come la regione Lombardia.
Per questo il Coordinamento FIAB Lombardia organizza "CYCLE2RECYCLE - FIAB LOMBARDIA", una giornata in bicicletta di raccolta dei rifiuti in plastica su alcune Ciclovie Lombarde, a cui possono partecipare tutti i soci Fiab, e anche cittadini privati non associati a FIAB.
Per iscriversi occorre compilare questo form https://bit.ly/C2R-FIAB-22
e presentarsi il 22 maggio 2022 alle 9:30 in uno di questi punti, con bici revisionata adatta a tutti i terreni e materiale per la raccolta (sacchi, guanti, etc):

MILANO - Piazza Duca d'Aosta
LODI - Piazzale della Stazione
ROMANO di LOMBARDIA - Piazza della Rocca
CERNUSCO SN - Piazza Unità d'Italia (dalle 10:30)

L'evento terminerà a CASSANO D'ADDA - Piazza Garibaldi circa verso le 13:30

ATTENZIONE!
L'evento è gratuito, ma alla partenza dovrai versare 3€ (2€ Soci Fiab) come contributo associativo per la copertura assicurativa giornaliera
Le ciclovie coinvolte sono la Ciclovia AIDA e la Ciclovia dell'Adda: sono ciclovie adatte a tutti i ciclisti, e i percorsi della giornata avranno una lunghezza tra i 30 e i 40 km, completamente pianeggianti, sia in asfalto che in sterrato (preferibile bici adatta a tutti i terreni).
I viaggi di A/R, il pranzo e il materiale per la raccolta dei rifiuti sono a carico e cura del partecipante

L'Evento fa parte della settimana della bicicletta lungo le vie d'acqua, e ha il patrocinio di ANBI Lombardia, Consorzio ETVilloresi, Consorzio Bonifica Muzza e Bassa Lodigiana, Comune di Cassano d'Adda e Comune di Romano di Lombardia.
Il supporto cargo-bike è offerto da Bicicapace https://www.bicicapace.com/

 


 

In sella per la ricerca

Valutazione attuale:  / 0

Domenica 8 maggio vi invitiamo a pedalare insieme a Loretta Pavan dalla Martesana al Parco Sempione. Il punto di ritrovo è a Vimodrone nei pressi del Parco della Martesana e dello skate-park, alle 16 circa (l'orario verrà confermato nei prossimi giorni).
Al Parco Sempione il gruppo arriverà alle 17 circa e verrà accolto dalle Pink Ambassador di Fondazione Umberto Veronesi.

Ma chi è Loretta Pavan? E perché pedala?

Loretta Pavan è vicentina, 60 anni, ex imprenditrice ora ciclista per passione. Donna forte, dedita al lavoro, mai un giorno di ferie, mai un raffreddore. Per comprendere al meglio il percorso straordinario di questa donna occorre fare un passo indietro: nel 2006 a Loretta viene diagnosticato un tumore al seno, la stessa tremenda malattia che si è portata via, in giovane età, le sue due sorelle, morte a 9 mesi l'una dall'altra. Segue un periodo frenetico fatto di ricoveri, interventi, terapie ma anche di intere giornate in ufficio, riunioni estenuanti e bilanci da fare. Loretta comincia a riflettere e, aiutata della sua oncologa, la Dott.ssa Marcella Gulisano, decide di cambiare vita: abbandona l'azienda e sale in bici.

In bici saresti già arrivato!

Valutazione attuale:  / 0

I ciclisti lo sanno bene, in bici si arriva ovunque e più velocemente. Perché non ricordarlo anche agli automobilisti bloccati nel traffico, mentre leggeri e felici sfrecciamo loro accanto con le nostre biciclette?
Indossa anche tu una maglietta IN BICI SARESTI GIÀ ARRIVATO e promuovi attivamente la mobilità sostenibile!

L'acquisto della maglietta – in cotone biologico e proveniente da campi fair trade – contribuisce a sostenere Fiab Milano Ciclobby, che da oltre 30 anni promuove la ciclabilità milanese.

Costi e dettagli ai seguenti link:

Uomo: https://bikecreative.it/prodotto/in-bici-saresti-gia-arrivato-uomo/

Donna: https://bikecreative.it/prodotto/in-bici-saresti-gia-arrivato-donna/

 


 

Ponte della Ghisolfa in sicurezza

Valutazione attuale:  / 0

Giovedì 28 aprile alle 16:45 in piazzale Lugano manifestazione per la messa in sicurezza del Ponte della Ghisolfa con una ciclabile.

La messa in sicurezza del Ponte della Ghisolfa con la realizzazione di una corsia ciclabile per senso di marcia è una delle proposte vincitrici del Bilancio Partecipativo 2017-2018 e risponde a una necessità reale di tutta la città, e non solo delle centinaia di studenti che lo percorrono ogni giorno e di tutti quei genitori che quotidianamente lo attraversano per accompagnare in bicicletta i loro bambini a scuola.
FIAB Milano Ciclobby ha seguito da vicino le fasi di co-progettazione tra le proponenti e l'Amministrazione.
Ora le soluzioni per tracciare le corsie ci sono: con questo presidio, cittadini e associazioni chiedono che si passi subito alla realizzazione, NON VEDIAMO L'ORA!
Vi aspettiamo numerosi!

Evento su Facebook


 

Dalla manifestazione:

Mentre file di automobilisti incolonnati riempivano dei loro miasmi l'aria della città, oggi pomeriggio, cittadini, cittadine e tanti bambini a bordo dei mezzi con cui si spostano quotidianamente in città, si sono ritrovati nel parchetto di piazzale Lugano per sollecitare la realizzazione della pista ciclabile sul Ponte della Ghisolfa, proposta vincitrice del Bilancio partecipativo del Comune di Milano 2017-2018.
Una manifestazione partecipata, allegra e civile per rivendicare cose semplici: spazio per le bici e sicurezza sulle strade.

Alcune Foto di Angelo Lisco.

 


 

Consulta della Mobilità Attiva: aggiornamenti

Valutazione attuale:  / 0

È stata pubblicata la determina sulla Consulta della Mobilità Attiva con l'elenco delle candidature accolte: la buona notizia è che la candidatura di Guia Biscaro per FIAB Milano Ciclobby è stata accolta.

Le altre notizie invece non sono del tutto confortanti:

I requisiti del bando parlano chiaro: ammessi enti che "promuovono gli spostamenti urbani con modalità e mezzi alternativi ai veicoli a motore..."
È spiazzante vedere come i criteri di selezione possano essere così variamente "interpretati".

Le associazioni che non sono state ammesse proveranno a capire le motivazioni della loro esclusione; nel contempo è importante che altre organizzazioni, approfittando della riapertura del bando, facciano pervenire la loro candidatura, in modo da poter raggiungere il numero necessario.

In allegato la determina del Comune.

[Foto di Elpi61 con licenza Creative Commons Attribution-Share Alike 4.0 International]

 

Allegati:
Scarica questo file (DD_2022_2241.pdf)DD_2022_2241.pdf[Determina Consulta Mobilità Attiva]208 Kb

Assemblea 2022: nuovo Direttivo

Valutazione attuale:  / 0

Sabato 26 marzo 2022 si è svolta presso il PIME l'Assemblea dei Soci di FIAB Milano Ciclobby.

All'ordine del giorno la relazione della presidente uscente Guia Biscaro sulle attività svolte nel 2021, l'approvazione del Bilancio e l'elezione del Consiglio Direttivo e del Revisore dei Conti.

Biscaro ha iniziato la sua relazione sottolineando le difficoltà che anche nel 2021 l'associazione ha dovuto attraversare a causa delle restrizioni legate al Covid. Si è riusciti ad organizzare pochissime attività, tra tutte Bimbimbici ad ottobre, e il programma annuale di cicloturismo è stato notevolmente ridimensionato rispetto al passato. Nota positiva l'essere riusciti ad aggiudicarsi un bando del Comune di Milano per coordinare attività di formazione alla mobilità attiva nelle scuole milanesi.
Biscaro ha anche rimarcato le difficoltà operative di una associazione che lavora in una realtà grande come quella di Milano e del suo hinterland e a cui arrivano proposte e richieste di varia natura: i volontari sono pochi, l'associazione ha un'unica dipendente part-time, il carico di lavoro sui pochi soci attivi è tantissimo e rende molto faticosa l'attività di analisi e propositiva che dovrebbe far capo alla presidenza.
Queste difficoltà non sembrano poter avere una soluzione a breve, come evidenziato anche dal fatto che le candidature al Consiglio Direttivo sono state solo 8 (più quella all'ultimo momento di Biscaro, che aveva annunciato di aver concluso la sua missione come presidente e di non volersi più ripresentare per lasciare spazio a nuovi candidati).

Sul tema della mobilità attiva in città, Biscaro ha messo l'accento su 2 aspetti: le difficoltà nell'interagire con l'amministrazione comunale, in particolare con l'assessorato alla Mobilità e con i tecnici, e il cambiamento del mondo che ruota intorno al mondo della bici a Milano. L'associazione ha cercato di intervenire con le proprie osservazioni qualificate su tutti i progetti presentati da assessorato e municipi, nonostante il coinvolgimento spesso tardivo. Le associazioni e i gruppi che lavorano a favore della mobilità attiva negli ultimi anni sono aumentati, mettendo in ombra la centralità che FIAB Milano Ciclobby aveva avuto in passato. La causa di ciò da una parte va ricercata nell'aumentato interesse per una mobilità diversa, dall'altra in un diverso modo di comunicare, specie attraverso i social, da una maggiore velocità di reazione e di intervento, legata anche al fatto che si tratta di realtà molto più fluide, prive di una struttura relativamente rigida come quella di una associazione soggetta a vincoli statutari e alle dinamiche democratiche che portano alle decisioni, quale è FIAB Milano.

Giordana Gagliardini, segretaria amministrativa, ha presentato il resoconto del Bilancio 2021 e il preventivo 2022. Il bilancio 2021 ha ovviamente risentito degli effetti delle restrizioni ma, grazie anche ad alcuni contributi statali, a quello di FIAB per l'utilizzo della sede e al bando Drin Drin, si è chiuso praticamente in pareggio, un buon risultato visto che il previsionale prevedeva un deficit di quasi 6000 euro.
Le previsioni per il 2022 non sono particolarmente ottimistiche, in assenza di attività che portino a nuove entrate, si chiuderà nuovamente in pareggio.
Il Revisore dei Conti Patrizia Riva ha certificato che il bilancio è stato redatto in maniera precisa e corretta, conformemente alle normative vigenti.
I documenti di bilancio sono disponibili qui.

Si è poi passati all'elezione dei CD e del Revisore dei Conti. Biscaro ha ringraziato per il lavoro svolto i consiglieri uscenti, Conter, Riva e Catalanotto augurandosi che continuino a lavorare con e per l'associazione, e ha introdotto i 9 candidati: Guia Biscaro, Claudio Dolente, Danilo Fullin, Giordana Gagliardini, Angelo Lisco, Fabio Lopez Nunes, Silvia Malaguti, Laura Russo, Andrea Scagni, quindi con 6 ricandidature e 3 nuove entrate, Dolente, Lisco e Lopez Nunes. Come Revisore dei Conti l'unica candidata era Patrizia Riva.
Dopo una breve presentazione dei candidati e una discussione sulle modalità di voto e sul numero di consiglieri da eleggere, si è costituito il seggio (Fuso Nerini, Galli e Capecchi) e si è proceduto alla votazione. Tutti i candidati hanno ricevuto voti e sono quindi stati eletti. Il Revisore dei Conti è stato confermato.

L'ultima parte dell'assemblea è stata dedicata come di consueto al dibattito, per offrire la possibilità ai soci presenti di presentare il proprio punto di vista o delle proposte per la crescita dell'associazione. In ordine sparso si è parlato della nuova Consulta per la Mobilità attiva e per l'accessibilità, del mancato aumento di rappresentatività dell'associazione, della sicurezza per pedoni e ciclisti e della scarsa presenza in strada della polizia locale, della necessità di formare i giornalisti per migliorare la comunicazione sul tema mobilità da parte della stampa, dell'adozione di una rete ciclabile simile alla Bicipolitana adottata in altri comuni, della necessità di trovare volontari – anche facendosi aiutare da professionisti – del fatto che bisogna puntare sui bambini e sui loro genitori progettando attività specifiche.

Nella successiva riunione del Consiglio Direttivo del 30 marzo sono state definite le cariche dell'Ufficio di Presidenza:

  • Andrea Scagni - presidente
  • Laura Russo - vicepresidente
  • Danilo Fullin - segretario organizzativo
  • Giordana Gagliardini - segretario amministrativo

Le incombenze per il nuovo ufficio di presidenza e per i consiglieri non mancano, il 9 e 10 aprile si svolgerà a Bari l'assemblea della FIAB, anch'essa elettiva, non deve mancare la presenza e il contributo di una delle più grandi associazioni di ciclisti italiane.


 

Twitter

ECF

Still think cycle tracks should not be built alongside motorways? ECF's latest case study proves otherwise. In fac… https://t.co/lqxgFVhzRo

by ECF