Isola Kult - Speciale Kids

Valutazione attuale:  / 0

 Domenica 5 ottobre dalle 11 alle 13 i nostri volontari saranno presenti in via Volturno, quartiere Isola, per Giro-Bimbi.

Cos'è Giro-Bimbi? Un circuito protetto per bambini in bicicletta. Come divertirsi imparando la segnaletica stradale e le regole della precedenza. Venite con la vostra bicicletta, il giro-bimbi è qualcosa che non si prenota, si viene e si fa.

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Nel file allegato il programma completo dei 2 giorni di festa

Senso unico eccetto bici: dati vs opinioni

Valutazione attuale:  / 0

Segnaliamo questo articolo di Eugenio Galli pubblicato sul settimanale Arcipelago Milano:

Da qualche mese è in discussione al Parlamento la riforma del Codice della Strada finalizzata a dare, negli intenti dichiarati dal legislatore, maggiore attenzione alla mobilità sostenibile, alla pedonalità, alla ciclabilità. Tra le misure proposte, vi è quella di regolamentare il "senso unico eccetto bici", ovvero la possibilità di far circolare, a determinate condizioni, le biciclette nei due sensi su strade a senso unico per gli altri veicoli.

Continua a leggere l'articolo

Magnolie e ciclabili

Valutazione attuale:  / 8

Eugenio Galli, presidente di FIAB MIlano Ciclobby scrive ad Isabella Bossi Fedrigotti sulla questione delle magnolie da abbattere in largo Cairoli per far spazio ad una pista ciclabile.

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/14_settembre_26/cairoli-maxi-magnolia-sacrificata-bici-mille-firme-contro-taglio-5673a830-454b-11e4-ab4c-37ed8d8aa9c2.shtml

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/14_settembre_26/pisapia-consiglieri-salveremo-magnolia-largo-cairoli-2e4b45b2-458b-11e4-ab4c-37ed8d8aa9c2.shtml

A volte lo sconcerto è enorme. Non si sa se sia meglio tacere o parlare. Sorge il dubbio di avere perso qualche pezzo strada facendo, di ignorare dei passaggi, di non avere tutti gli elementi necessari a comprendere. Altrimenti, non si capisce perché certe cose irragionevoli vengono fatte e altre, utili e necessarie, vengono magari accantonate.
Ho letto in questi giorni la incredibile vicenda della magnolia che si voleva abbattere per far posto a una pista ciclabile. Ringrazio il sindaco e i consiglieri che si sono attivati per fermare un simile inutile scempio.
Sulla utilità di quella pista, e sui suoi costi, torneremo in altra sede.
Ma poi mi chiedo: questo progetto risale al 2007. Siamo nel 2014. Sono passati sette anni sette. Se già non mi capacito che qualcuno abbia progettato secondo certi criteri e senza tenere conto delle preesistenze e del contesto, e questo è un primo motivo di riflessione che dovrebbe spingere anche a valutare delle responsabilità sulle scelte progettuali, resto a dir poco senza parole nel vedere che siamo arrivati a un passo dal punto di non ritorno. E tutti i controlli intermedi? E i pareri di fattibilità? E le autorizzazioni? E la Soprintendenza?
E se nessuno avesse protestato?

Come non capire che il verificarsi di situazioni di questo tipo (un altro esempio è sulla proposta relativa all'abbattimento dei platani di viale Zara) non favorisce la partecipazione dei cittadini ma aumenta essenzialmente la loro diffidenza verso i cambiamenti, compromettendone la fiducia?

Noi non vogliamo contemplare Milano attraverso le cartoline.

E meno che mai possiamo accettare che la ciclabilità sia chiamata a fare da scudo per interventi che di sostenibile hanno ben poco.

Eugenio Galli

 

 

 

 

Vuoi la Pace? Pedala! 2014

Valutazione attuale:  / 1

VUOI LA PACE? PEDALA!

Punti di ritrovo per i ciclisti milanesi

Per "Vuoi la pace? Pedala!" c'è gente che arriva da lontano, pedalando anche per 80 e più chilometri.
Noi milanesi abbiamo la fortuna di poter scegliere il punto più vicino a casa. Trova il tuo e unisciti a noi fino a piazza
Duomo.
La pace ha bisogno anche di te.

La più grande manifestazione per la pace a Milano. Sette cortei arrivano da città e paesi delle province di Milano, Monza e Lodi. Noi li accompagniamo a piazza Duomo, dove tutti insieme ci alziamo in piedi per chiedere azioni che portino a raggiungere gli obiettivi dell'Onu per il millennio, di cui la pace è condizione fondamentale. Poi con i sette colori dei cortei formiamo una grandissima bandiera della pace

Le zone 30, Paolo Sarpi e qualcosa in più

Valutazione attuale:  / 2

Martedì 23 settembre
Secondo incontro del ciclo "Raccontare la mobilità ciclistica"

Tecnici ed esperti di mobilità, amministratori e cittadini si incontrano sui luoghi per
discutere delle realizzazioni milanesi, di buone pratiche e di teoria.

Nel primo incontro si era parlato delle nuove piste ciclabili di viale Tunisia, in questa occasione faremo invece una perlustrazione della zona di via Paolo Sarpi.

Programma:

Ritrovo ore 18,30 in via Paolo Sarpi angolo via Niccolini
Breve percorso nel quartiere, a piedi o meglio in bicicletta.
Ore 20,30 Incontro e dibattito nella sede Ciclobby, via Borsieri 4/e,
(zona Isola di fianco alla stazione Garibaldi).

Relazionano:

  • Valerio Montieri, Walter Monici, FIAB Milano Ciclobby: "progetto Ciclomilano, la zona 30 Sarpi"
  • Dario Manuetti, La città possibile: "Strade di Casa, progetto Mirafiori a Torino"
  • Matteo Dondè, #salvaiciclisti: "Le zone 30 leggere e dal" basso".

 

Riportiamo qui l'articolo relativo al primo incontro ed il testo dell'articolo apparso su Ciclobby Notizie di giugno.

Io vado al lavoro in bicicletta!

Valutazione attuale:  / 0

EVENTO ORGANIZZATO IN OCCASIONE DELLA SETTIMANA EUROPEA DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE

Andare al lavoro in bici e farlo sapere agli altri con un segno, un cartello, un messaggio personalizzato: sono piccoli gesti che possono cambiare le abitudini e quindi la città.

Fai sapere a tutti, sulla nostra pagina Facebook, che andrai al lavoro in bici (a Milano):
https://www.facebook.com/events/809728472410801/

Scarica i cartelli dell'evento qui sotto.

Senso unico eccetto bici: il ministro Lupi se lo faccia spiegare dall'Europa

Valutazione attuale:  / 4

Da domani, in occasione della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile a Milano

Vertice informale dei Ministri dei Trasporti UE.
FIAB: il Ministro Lupi si faccia spiegare dai suoi colleghi europei i molti vantaggi del "senso unico eccetto bici".

Una misura che in Europa esiste, e funziona, da anni viene osteggiata in Italia senza supporto di dati statistici.

Area C e giovedì dello shopping

Valutazione attuale:  / 0

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/14_settembre_10/area-c-falliti-giovedi-corti-scontro-eventi-shopping-9679c888-38b2-11e4-ba01-a3638c813bce.shtml

I giovedì dello shopping sono stati ufficialmente un fallimento.
Abbiamo detto da subito e in tutte le sedi, anche insieme alle altre associazioni ambientaliste, che si trattava di una iniziativa discutibile con un messaggio sbagliato e addirittura pericoloso per la stabilità del provvedimento (Area C).
E' sbagliato promuovere l'idea che per fare shopping si debba usare l'auto.
Ma Buongardino pensava forse che il Comune dovesse anche farsi carico di organizzare gli eventi?
In ogni caso, e benché il fallimento sia stato universalmente riconosciuto, sembra che ci sia chi pensa già a una versione 2.0. Se la sperimentazione era contestabile, la prosecuzione sarebbe indigeribile.
Meglio abbandonare per tempo propositi malsani.

Eugenio Galli (presidente Fiab Milano Ciclobby)

AreaC e i giovedì dello shopping