Chi viaggia in bici continua a perdere il treno: Trenord, è ora di cambiare!

Valutazione attuale:  / 0

Come incentivare la mobilità sostenibile, che tutti auspicano ma ancora troppo pochi praticano? Una delle parole chiave è intermodalità: combinare la mobilità "dolce" con il trasporto ferroviario è certamente una delle strade più efficaci per diminuire l'impatto ambientale dei nostri spostamenti quotidiani.

Purtroppo, però, Trenord non sembra troppo convinta di questo: nel giugno del 2020 ha diminuito drasticamente le corse dei propri treni su cui era ammesso il trasporto della bici al seguito, lasciando molte linee completamente sprovviste. E nell'estate del 2021, mentre entravano in circolazione nuovi treni dotati di appositi spazi per le bici, Trenord ha avuto l'"accortezza" di non aggiornare il proprio orario indicando la novità, cosicché i poveri ciclisti per sei mesi sono rimasti all'oscuro.

Quando, su segnalazione di FIAB alla Regione, a ottobre l'orario è stato finalmente aggiornato, è stato chiesto a Trenord anche di avviare la riconversione per poter portare la bici in sicurezza e senza problemi - per i ciclisti come per gli altri viaggiatori - anche sui treni ora vietati. Ma Trenord sta dando seguito alle richieste di Regione Lombardia?

Nell'incertezza tutt'ora perdurante, FIAB ha nuovamente scritto a Trenord (in allegato all'articolo la lettera) chiedendo di sapere se finalmente la società ha iniziato a lavorare su questo importante tema. Chiedendo anche che quando entrano in servizio nuovi treni con posti bici vi sia un aggiornamento tempestivo delle informazioni: di nuovo, oggi ci sono corse con posti bici non segnalate nell'orario; ad esempio sulla Milano-Varese-Porto Ceresio.

La risposta è importante per tutti quelli che viaggiano - o vorrebbero viaggiare - in bici in Lombardia. E speriamo che Trenord, oltre ad impegnarsi in dichiarazioni e astratti proclami che spesso si leggono sui volantini appesi nelle carrozze, faccia dei passi concreti per promuovere realmente un matrimonio dal successo sicuro come quello tra treno e bici.

Allegati:
Scarica questo file (Trenord - 23_02_22.pdf)Trenord - 23_02_22.pdf[ ]248 Kb

Assemblea dei Soci FIAB Milano Ciclobby 2022

Valutazione attuale:  / 0

Sabato 26 marzo si svolgerà l'Assemblea dei Soci di FIAB Milano Ciclobby.

L'assemblea è l'occasione per fare un bilancio insieme ai soci delle attività svolte nell'anno passato e per definire la direzione dell'associazione per il futuro.
Quest'anno sarà anche elettiva: si rinnovano il Consiglio Direttivo e il Revisore dei Conti. È quindi importante un'ampia partecipazione e, per chi lo desidera, per chi ritiene di poter contribuire al lavoro e alle attività dell'associazione, valutare se candidarsi come consigliere o dare la propria disponibilità a collaborare come volontario alle nostre attività.
Contatta la segreteria se sei interessata/o: Giordana Gagliardini, 02 69311624, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La partecipazione all'assemblea è riservata ai soci in regola con la quota di iscrizione 2022. Come da statuto, i soci riceveranno via email la lettera di convocazione entro 15 giorni dalla data di svolgimento.

A meno di novità legate allo stato d'emergenza, l'assemblea si svolgerà in presenza. Seguiranno nei prossimi giorni maggiori dettagli sulle norme di svolgimento.


 

GENTILMENTE o INPUNEMENTE?

Valutazione attuale:  / 0

Segnaliamo INPUNEMENTE, la campagna lanciata dai GenitoriAntiSmog per rispondere a quella del Comune di Milano, Gentilmente.

Nelle ultime settimane è iniziata a Milano la campagna del Comune "Gentilmente", con cui si invitano le persone ad avere cura della propria città e a fare una serie di gesti con gentilezza ma soprattutto per gentilezza: far attraversare il pedone sulle strisce, non buttare i mozziconi per terra, non intralciare i pedoni con il monopattino e raccogliere i bisogni dei cani...

Anche noi amiamo la gentilezza, ma quando si tratta del Codice della Strada è bene per prima cosa ricordare che rispettarne le regole non è una questione di fare le cose "gentilmente" ma di assoluto dovere. Inoltre non si può non rilevare che tra i tanti "inviti" a comportamenti gentili e civili, il grande assente ancora un volta è il comportamento in auto. Si invita a non intralciare le persone col monopattino ma non c'è ad esempio un corrispondente invito a non parcheggiare sul marciapiede o sui parterre alberati. Per non parlare del problema della velocità...in una città in cui il tasso di incidentalità è del 6,32% nel 2020 (dati Istat)

Rispondiamo quindi alla campagna "Gentilmente" del Comune di Milano con la nostra campagna "Impunemente", ricordando che non solo le regole vanno rispettate – e questo vale per tutti – ma che a Milano al momento la maggior parte delle infrazioni resta impunita.

Un GRAZIE all'agenzia "bike-friendly" Sottosopra che ha firmato la campagna

IMPUNEMENTE La nostra risposta alla campagna "Gentilmente" del Comune di Milano


 

Norme attività di FIAB Milano Ciclobby: febbraio 2022

Valutazione attuale:  / 0
Foto di Andrea Scagni

2 febbraio 2021

A seguire le norme di comportamento per la partecipazione alle nostre attività a partire dal 7 bebbraio 2022

  Ufficio di Presidenza FIAB Milano Ciclobby

 

Norme di comportamento per la partecipazione alle attività di FIAB Milano Ciclobby

Ecco alcune indicazioni da rispettare o di cui tenere conto.

  • La sicurezza e salute delle persone è la priorità. È quindi compito degli organizzatori e guide informare chiaramente i partecipanti sui comportamenti opportuni a tale fine prima di iniziare l'escursione. I partecipanti sono tenuti a rispettare le indicazioni qui contenute e quelle dei capigita!
  • In allegato trovate copia del documento che riassume le norme di comportamento per i partecipanti (ma anche per le guide ovviamente) e contiene l'autocertificazione che ogni partecipante deve obbligatoriamente firmare, relativa alla propria salute, all'assenza di contatti recenti con persone affette da Covid, alla volontà di rispettare le norme indicate nel documento.
  • Per la partecipazione alle nostre attività, gite e giri cittadini, suggeriamo di essere in possesso di Green pass dal momento che potrebbe essere necessario per l'accesso a mezzi pubblici, bar o ristoranti, musei.
  • Al momento non è possibile garantire ai partecipanti di poter utilizzare un certo treno per una certa gita al 100%. Nella realtà moltissimi viaggiatori continuano a portare la bici al seguito, dato che la cosa resta comunque a discrezione del capotreno, ma ove possibile è ovviamente preferibile non concentrarsi tutti sullo stesso treno, perchè ciò aumenta il rischio che il personale viaggiante pretenda di far rispettare il divieto. Prestare comunque attenzione ad eventuali avvisi di novità su questo argomento.
  • Come associazione ambientalista continuiamo a scoraggiare l'utilizzo delle auto, quindi anche per lo svolgimento delle attività di cicloescursionismo.
  • Nel caso si preveda un pranzo al sacco, occorre identificare un luogo abbastanza ampio, inoltre occorre sorvegliare sul comportamento dei partecipanti in termini di distanziamento.
  • Bisogna essere autonomi per quanto riguarda i dispositivi di sicurezza: porta con te mascherina, guanti e disinfettante
  • La mascherina va indossata a coprire bocca e naso quando non si sta pedalando o mangiando e la distanza di sicurezza va mantenuta sempre, a meno di situazioni di emergenza
  • Mentre si va in bici aumentare la distanza di sicurezza ad almeno 2 metri, anche quando si sorpassa.

Ricordiamo che le regole di distanziamento servono soprattutto per tutelare gli altri, ognuno deve rispettarle e chi non ritiene di poterlo fare è invitato a non partecipare alle nostre attività.

In caso di dubbi potete contattare i capigita, il coordinatore di cicloturismo (Andrea Scagni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) o la segreteria ( Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. )

Buone pedalate a tutti!


 

Programma attività 2022

Valutazione attuale:  / 0

È online il programma completo delle attività della nostra associazione per il 2022:

https://www.fiabmilano.it/calendario

Come sempre ringraziamo tutti gli organizzatori di gite, giri cittadini e degli altri eventi per il lavoro volontario svolto a favore dell'associazione.

Ricordiamo che molte delle attività sono rivolte ai soci, invitiamo quindi ad iscriversi o a rinnovare la propria tessera per il 2022, sia per partecipare ma soprattutto per sostenere e dare forza a FIAB Milano Ciclobby. → Come iscriversi

Nella riunione del Consiglio Direttivo del 18 gennaio, vista la situazione sanitaria di questi giorni, si è deciso in maniera precauzionale di sospendere le attività (gite e giri cittadini) sino al 6 febbraio incluso.

Buone pedalate!

 


 

Piazza Caiazzo: nuova viabilità con rotatoria ciclabile

Valutazione attuale:  / 0

Nei giorni scorsi è stata resa pubblica dal Comune di Milano la documentazione relativa alla riqualificazione del tratto della filovia 92 tra Piazza Caiazzo e Viale Abruzzi. Il progetto prevede la creazione di una rotatoria ciclabile bi-direzionale in Piazza Caiazzo.

Il nostro Gruppo Tecnico ha analizzato il progetto e ha prodotto un documento con le nostre osservazioni di cui riportiamo di seguito le conclusioni. I dettagli dell'analisi si trovano nel documento allegato.

  • La ciclabilità si incentiva con soluzioni semplici e lineari
  • Per diffondersi, la ciclabilità non richiede opere faraoniche concentrate in pochi nodi, ma ha bisogno di interventi economici, veloci e diffusi il più possibile su tutto il territorio; una volta disegnata (letteralmente, con vernice sulle strade) e sperimentata, si provvederà, se il monitoraggio e i dati lo renderanno necessario, ad una progettazione più specifica e/o strutturale.
  • La progettazione deve partire dall'attenzione per tutti gli utenti, a cominciare evidentemente dai pedoni.
  • Per progettare una buona ciclabilità, efficace ed efficiente, che sia effettivamente utilizzabile, è indispensabile l'ascolto dell'esperienza di chi la città (le città) la percorre quotidianamente in bicicletta, ha esperienza delle sue strade, sa quale è la prassi per affrontare le situazioni, ha esperienza di quello che succede oltralpe - perché l'ha sperimentato e talvolta anche studiato - ed è per questo in grado di suggerire e consigliare priorità e soluzioni.

GRUPPO TECNICO
FIAB MILANO CICLOBBY
Milano, 14 dicembre 2021

https://albopretorio.comune.milano.it/documents/117260

https://blog.urbanfile.org/2021/12/11/milano-loreto-approvato-il-progetto-per-la-corsia-protetta-pergolesi-piccinni-e-piazza-caiazzo/

[Immagine di copertina tratta dal documento del Comune]

Allegati:
Scarica questo file (20211213_PiazzaCaiazzo_Osservazioni_DEF-00.pdf)20211213_PiazzaCaiazzo_Osservazioni_DEF-00.pdf[Osservazioni rotatoria ciclabile Piazza Caiazzo]846 Kb

Sede aperta: Tesseramento 2022

Valutazione attuale:  / 0

Sabato 18 dicembre 2022 la sede di via Borsieri 4/e sarà aperta dalle 10:30 alle 18 per consentire a chi lo desidera di potersi iscrivere o rinnovare per il 2022.
È possibile anche regalare la tessera associativa 2022 ad un amico ciclista! Per chi sabato regalerà l'iscrizione a Fiab Milano Ciclobby in omaggio un libro per arricchire il pacchetto regalo.

Le quote per il 2022 sono invariate:

► Socio ordinario + BC Rivista della FIAB   € 36
► Socio ordinario   € 30
► Socio sostenitore   € 50
► Socio benemerito   € 80
► Familiare di un socio   € 20
► Fino a 14 anni   € 5
► 15-18 anni e studenti + BC Rivista della FIAB   € 26
► 15-18 anni e studenti   € 20
► Gruppi familiari (senza limite di numero)   € 70
► Abbonati BikeMi   € 25

Per chi non ha la possibilità di venire in sede è possibile iscriversi online con Paypal o Carta di Credito, oppure con bonifico.
Tutte le informazioni su come iscriversi sono qui: Come iscriversi

Ricordiamo che la tessera annuale serve per sostenere le attività della nostra - e vostra - associazione e per promuovere la mobilità in bici.
Qui i motivi per cui iscriversi: Perché iscriversi

Segreteria: tel. 02 69311624, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Continuano a valere per l'accesso alla sede le seguenti norme di sicurezza sanitarie:

  • si accede solo con mascherina indossata e disinfettandosi le mani
  • è vietato l'accesso nel caso si abbiano sintomi riconducibili al Covid-19.

MOBILITÀ A MILANO E CITTÀ METROPOLITANA: NOTE PER L'ASSESSORE ALLA SICUREZZA

Valutazione attuale:  / 1
Vigili in bici

Abbiamo inviato a Marco Granelli, nuovo Assessore alla Sicurezza del Comune di Milano, le richieste e le proposte che – con i necessari aggiornamenti – abbiamo sottoposto alle Amministrazioni che si sono succedute negli anni passati e che secondo la nostra associazione l'Amministrazione Sala dovrà attuare entro i cinque anni di mandato.
In questi mesi stiamo assistendo non solo ad un aumento esponenziale del numero di autoveicoli per le strade, ma ad atteggiamenti di prepotenza ed arroganza degli automobilisti nei confronti dell'utenza vulnerabile; percepiamo la sensazione di un aumento generalizzato della velocità dei mezzi e al contempo una diminuzione del rispetto tra utenti della strada; la situazione ci preoccupa molto.
Sono dei giorni scorsi due incidenti, di cui uno mortale, che hanno visto come vittime due ciclisti, travolti da automobilisti che guidavano in città, di giorno e in condizioni di visibilità ottimali...

SOSTA REGOLARE

Occorre superare l'idea di una immanenza tra la proprietà del veicolo e un preteso diritto al parcheggio residenziale gratuito, introducendo viceversa il principio che l'offerta di sosta regolare non debba essere gratuita nemmeno per i residenti.
È opportuno in tal senso prevedere un sistema di tariffazione della sosta esteso all'intera città (cd. park pricing), che permetta una applicazione molto precisa e selettiva, nel senso che può essere modulata: tariffe più elevate nelle zone maggiormente dotate di mezzi pubblici, dove maggiori sono le alternative di trasporto, tariffe più leggere nelle zone meno servite dai trasporti pubblici, con agevolazioni ed esenzioni altrettanto mirate (es. veicoli del car sharing).
L'adozione di un sistema diffuso di park pricing richiede che si adotti un controllo efficace e non episodico della sosta abusiva, anche per quanto riguarda il carico/scarico merci.
(ndr: dalle nostre osservazioni PUMS 2017)
In quanto la sosta è un'occupazione di suolo pubblico (e come tale soggetta al pagamento di un corrispettivo) si potrebbe valutare l'ipotesi di una tassa annuale per il possesso di autoveicolo in assenza di posto auto di proprietà/affitto (da comprovare).

Twitter