Assemblea 2022: nuovo Direttivo

Creato il .

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Sabato 26 marzo 2022 si è svolta presso il PIME l'Assemblea dei Soci di FIAB Milano Ciclobby.

All'ordine del giorno la relazione della presidente uscente Guia Biscaro sulle attività svolte nel 2021, l'approvazione del Bilancio e l'elezione del Consiglio Direttivo e del Revisore dei Conti.

Biscaro ha iniziato la sua relazione sottolineando le difficoltà che anche nel 2021 l'associazione ha dovuto attraversare a causa delle restrizioni legate al Covid. Si è riusciti ad organizzare pochissime attività, tra tutte Bimbimbici ad ottobre, e il programma annuale di cicloturismo è stato notevolmente ridimensionato rispetto al passato. Nota positiva l'essere riusciti ad aggiudicarsi un bando del Comune di Milano per coordinare attività di formazione alla mobilità attiva nelle scuole milanesi.
Biscaro ha anche rimarcato le difficoltà operative di una associazione che lavora in una realtà grande come quella di Milano e del suo hinterland e a cui arrivano proposte e richieste di varia natura: i volontari sono pochi, l'associazione ha un'unica dipendente part-time, il carico di lavoro sui pochi soci attivi è tantissimo e rende molto faticosa l'attività di analisi e propositiva che dovrebbe far capo alla presidenza.
Queste difficoltà non sembrano poter avere una soluzione a breve, come evidenziato anche dal fatto che le candidature al Consiglio Direttivo sono state solo 8 (più quella all'ultimo momento di Biscaro, che aveva annunciato di aver concluso la sua missione come presidente e di non volersi più ripresentare per lasciare spazio a nuovi candidati).

Sul tema della mobilità attiva in città, Biscaro ha messo l'accento su 2 aspetti: le difficoltà nell'interagire con l'amministrazione comunale, in particolare con l'assessorato alla Mobilità e con i tecnici, e il cambiamento del mondo che ruota intorno al mondo della bici a Milano. L'associazione ha cercato di intervenire con le proprie osservazioni qualificate su tutti i progetti presentati da assessorato e municipi, nonostante il coinvolgimento spesso tardivo. Le associazioni e i gruppi che lavorano a favore della mobilità attiva negli ultimi anni sono aumentati, mettendo in ombra la centralità che FIAB Milano Ciclobby aveva avuto in passato. La causa di ciò da una parte va ricercata nell'aumentato interesse per una mobilità diversa, dall'altra in un diverso modo di comunicare, specie attraverso i social, da una maggiore velocità di reazione e di intervento, legata anche al fatto che si tratta di realtà molto più fluide, prive di una struttura relativamente rigida come quella di una associazione soggetta a vincoli statutari e alle dinamiche democratiche che portano alle decisioni, quale è FIAB Milano.

Giordana Gagliardini, segretaria amministrativa, ha presentato il resoconto del Bilancio 2021 e il preventivo 2022. Il bilancio 2021 ha ovviamente risentito degli effetti delle restrizioni ma, grazie anche ad alcuni contributi statali, a quello di FIAB per l'utilizzo della sede e al bando Drin Drin, si è chiuso praticamente in pareggio, un buon risultato visto che il previsionale prevedeva un deficit di quasi 6000 euro.
Le previsioni per il 2022 non sono particolarmente ottimistiche, in assenza di attività che portino a nuove entrate, si chiuderà nuovamente in pareggio.
Il Revisore dei Conti Patrizia Riva ha certificato che il bilancio è stato redatto in maniera precisa e corretta, conformemente alle normative vigenti.
I documenti di bilancio sono disponibili qui.

Si è poi passati all'elezione dei CD e del Revisore dei Conti. Biscaro ha ringraziato per il lavoro svolto i consiglieri uscenti, Conter, Riva e Catalanotto augurandosi che continuino a lavorare con e per l'associazione, e ha introdotto i 9 candidati: Guia Biscaro, Claudio Dolente, Danilo Fullin, Giordana Gagliardini, Angelo Lisco, Fabio Lopez Nunes, Silvia Malaguti, Laura Russo, Andrea Scagni, quindi con 6 ricandidature e 3 nuove entrate, Dolente, Lisco e Lopez Nunes. Come Revisore dei Conti l'unica candidata era Patrizia Riva.
Dopo una breve presentazione dei candidati e una discussione sulle modalità di voto e sul numero di consiglieri da eleggere, si è costituito il seggio (Fuso Nerini, Galli e Capecchi) e si è proceduto alla votazione. Tutti i candidati hanno ricevuto voti e sono quindi stati eletti. Il Revisore dei Conti è stato confermato.

L'ultima parte dell'assemblea è stata dedicata come di consueto al dibattito, per offrire la possibilità ai soci presenti di presentare il proprio punto di vista o delle proposte per la crescita dell'associazione. In ordine sparso si è parlato della nuova Consulta per la Mobilità attiva e per l'accessibilità, del mancato aumento di rappresentatività dell'associazione, della sicurezza per pedoni e ciclisti e della scarsa presenza in strada della polizia locale, della necessità di formare i giornalisti per migliorare la comunicazione sul tema mobilità da parte della stampa, dell'adozione di una rete ciclabile simile alla Bicipolitana adottata in altri comuni, della necessità di trovare volontari – anche facendosi aiutare da professionisti – del fatto che bisogna puntare sui bambini e sui loro genitori progettando attività specifiche.

Nella successiva riunione del Consiglio Direttivo del 30 marzo sono state definite le cariche dell'Ufficio di Presidenza:

  • Andrea Scagni - presidente
  • Laura Russo - vicepresidente
  • Danilo Fullin - segretario organizzativo
  • Giordana Gagliardini - segretario amministrativo

Le incombenze per il nuovo ufficio di presidenza e per i consiglieri non mancano, il 9 e 10 aprile si svolgerà a Bari l'assemblea della FIAB, anch'essa elettiva, non deve mancare la presenza e il contributo di una delle più grandi associazioni di ciclisti italiane.


 

Twitter