Avviso

A partire dal 1º marzo 2021 per l'apertura della sede e della segreteria e per la partecipazione alle attività cicloturistiche e ai giri cittadini fare riferimento allo schema qui sotto.

LOMBARDIA IN ZONA ROSSA
La sede è chiusa al pubblico
È possibile contattare la segreteria via telefono allo 02 69311624 il martedì e il mercoledì dalle 16 alle 19.
Attività cicloturistiche, giri cittadini e attività in sede sono sospese.

LOMBARDIA IN ZONA ARANCIONE
La sede è aperta al pubblico il martedì e il mercoledì dalle 16 alle 19.
L'accesso è soggetto alle regole di distanziamento.
Negli stessi giorni e orari è possibile contattare la segreteria via telefono: 02 69311624.
Attività cicloturistiche, giri cittadini e attività in sede sono sospese.

LOMBARDIA IN ZONA  GIALLA
La sede è aperta al pubblico il martedì e il mercoledì dalle 16 alle 19.
L'accesso è soggetto alle regole di distanziamento.
Negli stessi giorni e orari è possibile contattare la segreteria via telefono: 02 69311624.
Attività cicloturistiche e giri cittadini si svolgono regolarmente, le attività in sede sono sospese.

La segreteria è comunque raggiungibile via email segreteria@ciclobby.it.
Puoi iscriverti o rinnovare la tessera per il 2021 online con Paypal o carta di credito oppure con bonifico bancario alla pagina: http://www.ciclobby.it/cms/diventa-socio/come-iscriversi

Per la partecipazione alle attività si faccia riferimento al seguente articolo per le norme di comportamento: Norme attività di FIAB Milano Ciclobby


 

Articoli

Stampa

Il 5Xmille alla Fiab è serio o non è serio?

Scritto da Super User. Postato in Notizie

5x1000Fiab è una associazione sportiva o magari finalizzata a gite domenicali fra amici? Oppure il suo fulcro è l'ambiente, la mobilità, la qualità della vita, la salute etc. E perchè, come tante altre organizzazioni, chiede il 5x1000 ai suoi soci e simpatizzanti?

di Bepo Merlin

Avevo considerata chiusa la campagna a favore della firma del 5X mille alla Fiab, quando mi sono imbattuto in un battibecco assurdo tra un nostro socio e l'Associazione Fiab di Melegnano.
Sostiene l'amico contestatore che "E' poco serio elemosinare soldi per sovvenzionare associazioni dedite al divertimento , anche se avviene tramite lo sport" e "non è giustificato elemosinare soldi che verrebbero tolti per cause molto più serie e importanti . Doniamoli alla ricerca medica . Secondo questo assurdo ragionamento degli Amici-Fiab-Melegnano , dovremmo donare il 5 per mille anche alla Formula Uno , [...], tanto fanno attività sportiva anche loro. Suvvia siamo seri ".

 

Diciassette anni fa, venni colpito da un infarto e fui ricoverato al reparto cardiologia di San Candido. L'infarto, per fortuna, era progressivo e fecero in tempo a fermarlo, prima che mi fermassi io.
Fu allora che scoprii di essermi comportato bene a mia insaputa. Il Primario di cardiologia, uomo che mi sembrò decisamente serio, mi disse senza giri di parole che dovevo la mia salvezza al fatto di essere un ciclista quotidiano. Capite? Io ero convinto di andare in bicicletta solo perché andare in auto era una perdita di tempo e di soldi e andare in autobus mi faceva venire la nausea. Invece quegli 8+8 chilometri al giorno mi hanno salvato la vita.
Affermare, come fa il nostro amico, che la Fiab è un'associazione di sportivi, significa non aver capito chi siamo e quali obiettivi ci siamo dati.
Lo sport, se fatto secondo le regole, ha i suoi vantaggi ed è consigliabile.
Ma noi non siamo una società sportiva noi siamo un'associazione ambientalista che persegue l'obiettivo di far diventare la bicicletta uno dei mezzi di trasporto principali delle nostre città, perché se e quando ciò avvenisse le nostre città sarebbero più a misura d'uomo, meno caotiche e meno inquinate, con tutti i benefici che derivano dalla pratica quotidiana del movimento, in bicicletta o a piedi.
Benefici che gli organismi sanitari mondiali non si stancano di elencare.
Il movimento previene e cura le malattie cardiovascolari e tante malattie tipiche della sedentarietà e della cattiva alimentazione.
Volete qualche cifra? Le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morte in Italia e nel mondo. Si fanno cifre vicine al 40%. Aggiungeteci le malattie del metabolismo e vedrete da soli quale sia l'importanza del lavoro che la Fiab sta portando avanti. Nella mia famiglia d'origine (11 persone) abbiamo avuto 2 casi di tumore, tra cui un morto e ben 5 infarti, tra cui due morti.
Dice ancora il nostro amico che noi ci divertiamo e non è giusto chiedere soldi per il nostro divertimento.
Si riferisce, probabilmente, al fatto che la Fiab si occupa anche di cicloturismo. Bene, anche quello non è sport, è turismo sostenibile, un'attività economica che potrebbe aiutare l'Italia a migliorare la sua situazione. E, ad essere pignoli fino in fondo, dal cicloturismo (Biciviaggi, catalogo Albergabici, partecipazione a bandi europei e regionali...) la Fiab ricava fondi che spende per le attività a favore della ciclabilità urbana.
Che, poi, andando in bicicletta ci si diverta anche, non può essere considerato negativo. Anzi!
Certo non siamo così stupidi da pensare che la bicicletta sia la soluzione di tutti i problemi, ma, per favore, non diteci che non è serio chiedere la firma sul 5Xmille.
Si può anche decidere di dare il proprio 5Xmille per altre cause serissime e valide, ma si può essere seri anche aiutando la Fiab a migliorare la vita dei cittadini italiani.

 

Articolo pubblicato sul sito Fiab