Avviso zona Bianca

A partire dal 14 giugno 2021 con l'entrata della Lombardia in zona Bianca varranno le regole seguenti.

La sede è aperta al pubblico dal martedì al venerdì dalle 17 alle 19 e il sabato dalle 10:30 alle 12.
L'accesso è soggetto alle regole di distanziamento.
Nei giorni e orari di apertura è possibile contattare la segreteria via telefono: 02 69311624.
La segreteria è comunque raggiungibile via email segreteria@ciclobby.it.

Attività cicloturistiche e giri cittadini si svolgono regolarmente, le attività in sede sono sospese.
Non ci sono più limitazioni al numero di partecipanti ma ci appelliamo al senso di responsabilità di ognuno per il rispetto delle norme sanitarie di distanziamento.
Per la partecipazione alle attività si faccia riferimento al seguente articolo per le norme di comportamento: Norme attività di FIAB Milano Ciclobby


 

Di nuovo zona rossa: sede

Creato il .

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

A seguito del DPCM del 14-01-2021 e del fatto che la Regione Lombardia è stata inclusa in zona rossa, siamo costretti nuovamente a chiudere l'accesso alla sede al pubblico.

È possibile contattare la segreteria via telefono allo 02 69311624 il martedì e il mercoledì dalle 16 alle 19.

Chi desidera iscriversi o rinnovare la tessera per il 2021 può farlo tramite bonifico bancario, carta di credito o Paypal: iscrizione online.

La segreteria sarà comunque raggiungibile via email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Le attività cicloturistiche, in città e in sede sono sospese.


Spostamenti in bicicletta in zona rossa

La normativa non è chiarissima, non siamo in grado di dare indicazioni univoche e certe anche perché la bicicletta viene usata per molteplici ragioni (attività sportiva, motoria, spostamenti di lavoro, altro).

La regola base per le zone rosse è quella di limitare il più possibile gli spostamenti, fatte salve necessità lavorative, sanitarie, di approvvigionamrnto.

Sul sito del Governo sono riportate delle domande frequenti http://www.sport.governo.it/it/emergenza-covid-19/faq/

Riportiamo i punti che riguardano la bicicletta.

Punto 10 È consentito l’uso della bicicletta?

È possibile utilizzare la bicicletta per tutti gli spostamenti consentiti, nel rispetto della distanza di sicurezza di 1 metro. Dalle 5:00 alle 22:00 è anche possibile utilizzarla per svolgere attività motoria o sportiva all'aperto nel rispetto del distanziamento di 2 metri.

Qualora l'area sia indicata come di massima gravità (cd. zona rossa), sempre nella medesima fascia oraria, l'uso della bicicletta è consentito per raggiungere la sede di lavoro, il luogo di residenza o i negozi che vendono generi alimentari o di prima necessità. È inoltre consentito utilizzare la bicicletta per svolgere attività motoria all'aperto nella prossimità di casa propria, mantenendo la distanza interpersonale di almeno un metro, o per effettuare attività sportiva, mantenendo la distanza interpersonale di almeno due metri, non necessariamente in prossimità della propria abitazione. In ogni caso, per tutti gli spostamenti nelle "zone rosse" è necessario far ricorso all'uso del modulo di autocertificazione.

Punto 12 È possibile svolgere attività motoria (corsa, camminata...) fuori dal proprio comune di residenza?

La possibilità di spostamento dipende dallo scenario dall'inserimento della regione in uno scenario di medio, eleva o massima gravità.

Negli scenari a elevata gravità, sono vietati, 24 ore su 24, gli spostamenti verso altri Comuni e verso altre Regioni, ad eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di studio o di salute o per svolgere attività o usufruire di servizi non disponibili nel proprio Comune (per esempio andare all'ufficio postale o a fare la spesa, se non ci sono tali uffici o punti vendita nel proprio Comune).

Negli scenari a massima gravità, è vietato ogni spostamento, sia nello stesso comune che verso comuni limitrofi (inclusi quelli dell'area gialla o arancione), ad eccezione degli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità (per esempio l'acquisto di beni necessari) o motivi di salute.

Fermo restando quanto esposto sopra, in via generale, è consentito svolgere attività motoria all'aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, ove accessibili, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l'attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività salvo che non sia
necessaria la presenza di un accompagnatore per i minorenni o le persone non completamente autosufficienti.

Infine, nel caso ci si trovi all'interno di una regione considerata a massima gravità (zona rossa), è consentito svolgere attività motoria esclusivamente nei pressi della propria abitazione, con l'utilizzo del dispositivo di protezione individuale, nel rispetto della distanza di sicurezza e del divieto di non assembramento. In ogni caso, per tutti gli spostamenti nelle "zone rosse" è necessario far ricorso all'uso del modulo di autocertificazione.

Riportiamo anche il link all'articolo pubblicato qualche mese fa sul sito della FIAB a cura dell'Ufficio Legale:
https://fiabitalia.it/andare-in-bicicletta-quali-sono-i-limiti-con-il-nuovo-dpcm/


 

Twitter

Federico Del Prete

RT @Halloground: *me seeing this on my instagram feed posted by a friend *me getting immediately triggered [BRILLIANT FIRST-OF-ITS KIND CE…

by Federico Del Prete