Avviso

A partire dal 1º marzo 2021 per l'apertura della sede e della segreteria e per la partecipazione alle attività cicloturistiche e ai giri cittadini fare riferimento allo schema qui sotto.

LOMBARDIA IN ZONA ROSSA
La sede è chiusa al pubblico
È possibile contattare la segreteria via telefono allo 02 69311624 il martedì e il mercoledì dalle 16 alle 19.
Attività cicloturistiche, giri cittadini e attività in sede sono sospese.

LOMBARDIA IN ZONA ARANCIONE
La sede è aperta al pubblico il martedì e il mercoledì dalle 16 alle 19.
L'accesso è soggetto alle regole di distanziamento.
Negli stessi giorni e orari è possibile contattare la segreteria via telefono: 02 69311624.
Attività cicloturistiche, giri cittadini e attività in sede sono sospese.

LOMBARDIA IN ZONA  GIALLA
La sede è aperta al pubblico il martedì e il mercoledì dalle 16 alle 19.
L'accesso è soggetto alle regole di distanziamento.
Negli stessi giorni e orari è possibile contattare la segreteria via telefono: 02 69311624.
Attività cicloturistiche e giri cittadini si svolgono regolarmente, le attività in sede sono sospese.

La segreteria è comunque raggiungibile via email segreteria@ciclobby.it.
Puoi iscriverti o rinnovare la tessera per il 2021 online con Paypal o carta di credito oppure con bonifico bancario alla pagina: http://www.ciclobby.it/cms/diventa-socio/come-iscriversi

Per la partecipazione alle attività si faccia riferimento al seguente articolo per le norme di comportamento: Norme attività di FIAB Milano Ciclobby


 

Trenord vieta il trasporto bici

Creato il .

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

Il 3 giugno Trenord ha emesso una circolare che vieta il trasporto delle bici su molti dei propri treni, mentre resta consentito il trasporto di biciclette pieghevoli, monopattini e mezzi simili non ingombranti. →STOP ALLE BICI A BORDO TRENO: TROPPI "ASSALTI" PREGIUDICANO LA SICUREZZA

Nonostante le motivazioni addotte da Trenord siano ragionevoli e condivisibili, il problema di sicurezza derivante dal numero eccessivo di bici presenti su molti convogli, il provvedimento adottatato risulta punitivo per chi utilizza il servizio bici+treno per spostarsi in modo sostenibile. Notare che molti passeggeri posseggono un abbonamento annuale per il trasporto bici. Inoltre al momento vi sono molte difficoltà per sapere su quali treni resti consentito il trasporto.

Questo divieto purtroppo non arriva inaspettato, il crescente utilizzo dei treni da parte dei rider, i fattorini che consegnano il cibo a domicilio, era noto da tempo ma Trenord non ha fatto nulla né per assecondare l'aumento della domanda per questo servizio né per cercare soluzioni alternative.
Constatiamo anche che Trenord ha tollerato l'affollamento di bici sino a che il servizio dei rider è stato essenziale durante il periodo di lockdown, ma ora che la libera circolazione delle persone è ripresa, i rider sono tornati clienti di serie B.

Il Coordinamento FIAB della Lombardia ha preso contatto con Trenord e si spera che possa essere trovata una soluzione quanto prima. L'amministratore delegato di Trenord Piuri ha dichiarato che l'azienda ha sempre favorito il trasporto delle bici sui propri treni e ha suggerito la possibilità di aprire depositi bici nelle stazioni e di comunicare in maniera precisa gli orari dei treni su cui resta consentito il trasporto, sino ad arrivare ad un sistema di prenotazione del posto bici. È positivo l'attegiamento costruttivo di Trenord ma è fondamentale arrivare in tempi brevi alla riapertura dei treni alle bici.

PIURI, AD TRENORD: "VOGLIAMO RIPORTARE LE BICI A BORDO TRENO, MA NEL RISPETTO DI REGOLE E NORME PER LA SICUREZZA"

Siccome può essere utile esercitare un po' di pressione sulla dirigenza di Trenord, vi segnaliamo 2 petizioni online che chiedono il ripristino del servizio:

trasporto bici su trenord

No alla sospensione del trasporto delle bici sui treni Trenord


 

Twitter

Infomobilità Milano

Gli avvisi sulla mobilità si fermano qui, per oggi. Torniamo attivi domani, dalle 7. Buona serata dalla Centrale Operativa di #Milano

by Infomobilità Milano