Moda (In)sostenibile

Creato il .

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

Leggiamo nella newsletter dell'8 settembre del Comune di Milano – InformaMi la seguente notizia:

http://www.comune.milano.it/wps/portal/ist/it/news/primopiano/Tutte_notizie/lavoro_sviluppo_ricerca/milano_fashion_week_settembre
la pagina titola così:Moda: Parte nel segno della sostenibilità la Milano Fashion Week di settembre più sotto specifica:

«CNMI in occasione di Milano Moda Donna presenta un nuovo fashion film dedicato alla settimana della moda e che celebra la sostenibilità, uno dei pillar della propria mission. "Follow The Green", (...),ci catapulta con ironia in un mondo onirico dove il green, tra giochi di parole ed effetti visivi, è protagonista. Il fashion film celebra la nuova generazione di designer italiani con i capi e gli accessori di (...)»

Quella evidenziata è l'unica volta in cui compare la parola annunciata nel titolo.

Successivamente ci rincuorano un poco le affermazioni dell'assessore Granelli, che nella pagina del 10 settembre:

http://www.comune.milano.it/wps/portal/ist/it/news/salastampa/comunicati_stampa/archivio_2017/comunicati_settembre_2017/granelli_mobike dal titolo Bike sharing durante la settimana della moda, segnala l'accordo tra MoBike, il nuovo operatore di bike-sharing a flusso libero, e il Comune, che prevede una tariffa speciale dal 20 al 25 settembre e, per gli operatori del settore moda, la possibilità di usare le biciclette gratuitamente per l'intera Fashion Week.

L'intenzione è meritevole, ma non si può pensare di lasciare la soluzione del traffico caotico abituale nella Fashion Week, alla scelta discrezionale dei singoli di spostarsi di sfilata in sfilata con la bicicletta, magari con la pioggia e i tacchi a spillo.

Ma non abbiamo ancora trovato in questi giorni, riferimenti a provvedimenti previsti per la gestione del traffico automobilistico privato che sistematicamente impazzisce nei giorni delle sfilate e che è da sempre mancata.

Tutti gli appuntamenti legati alle sfilate di moda certamente rendono Milano vivacissima, ma, con il loro apparentemente irrinunciabile seguito di limousine e vans neri (che certamente non verranno soppiantati dai mezzi del bike-sharing), scaricano sulla città i disagi di un traffico più che mai caotico, incontrollato, rumoroso, pericoloso, con la polizia locale che pare arrendersi, rinunciando ad attuare forme di controllo dei flussi automobilistici e disposta a tollerare le più evidenti infrazioni, come ogni tipo di parcheggio selvaggio.

La Milano Fashion Week 2017 si sovrappone alla SEM - Settimana della Mobilità Sostenibile: se nulla verrà fatto per contrastare questa situazione evidentemente paradossale, i due momenti saranno incompatibili e l'Amministrazione mostrerà una incoerenza di azione ingiustificabile.

Se per le future edizioni insistiamo affinché la regia del Comune rispetto agli eventi attrattori di grande pubblico tenga conto sin dalle prime fasi organizzative anche delle esigenze della mobilità sostenibile e sicura, per quella di imminente svolgimento chiediamo che l'Amministrazione dimostri sensibilità e attenzione necessarie per gestire attivamente le situazioni senza subirle in modo passivo. Ad esempio, dando direttive chiare alla Polizia locale affinché vigili e controlli il rispetto delle norme sulla sicurezza stradale senza concedere insensate tolleranze degli abusi.

Guia Biscaro
presidente FIAB Milano Ciclobby

Twitter

Infomobilità Milano

Gli avvisi sulla mobilità si fermano qui, per oggi. Torniamo attivi domani, dalle 7. Buona serata dalla Centrale Operativa di #Milano

by Infomobilità Milano