Vota per Muoverci sicuri in Barona

Creato il .

Valutazione attuale:  / 2
ScarsoOttimo 

Un progetto per migliorare la mobilità e il benessere del quartiere

"Un ragazzo che si muove da solo, magari in bicicletta, ha negli occhi una luce diversa, curiosa ed esplorativa, è più attento e responsabile poiché si muove in modo 'attivo', da protagonista, e sa valutare i rischi facendo attività fisica indispensabile per una crescita sana."
Si apre così la presentazione del progetto "Muoverci sicuri in Barona" che l'associazione FIAB di Milano, Ciclobby onlus, ha presentato al concorso nazionale Aviva Community Fund, per il quale sono previsti finanziamenti dedicati alle onlus per progetti a favore delle comunità locali.

In questa ottica, il progetto mira a migliorare la mobilità e il benessere del quartiere Barona, una zona periferica della città di Milano con un programma di Educazione alla mobilità sostenibile, pensato appositamente per i ragazzi, facendo con loro educazione stradale, storia della bicicletta, laboratori meccanici di piccola manutenzione, progettazione partecipata, abilità nella guida in bicicletta, uscite a piedi e in bici, anche con i genitori, laboratori creativi... per sensibilizzare alla mobilità 'attiva'.

E' prevista anche la collaborazione con il Municipio 6, l'ente di governo di zona, per creare quello che a Milano sarebbe il primo "Piano della Mobilità scolastica" che si intende mettere a punto con la progettazione condivisa con gli alunni delle scuole e le loro famiglie.

Sono proprio i genitori della zona, infatti, che per contrastare l'abuso dei mezzi a motore, hanno iniziato ad organizzare in una scuola la Massa Marmocchi, conosciuta anche come 'Bike to school', con la sua comparsa in varie città italiane: un divertente gruppo in bici, pattini, skate che si reca a scuola, per ora una volta alla settimana, con questi mezzi alternativi al posto dell'auto,
Il progetto vuole portare la Massa Marmocchi anche nelle altre scuole, per consentire ai bambini e ragazzi di muoversi in sicurezza, riducendo il traffico e l'inquinamento della zona.

"Tutti insieme, famiglie, istituzioni, associazioni, in una grande squadra, possiamo cambiare la situazione e rendere possibile la nostra mobilità 'attiva' per la salute di tutti in una città finalmente a misura di persona" ha dichiarato Silvia Malaguti, mente del progetto e responsabile delle attività didattiche di FIAB Milano Ciclobby.

La prima selezione del concorso avverrà con voti digitali fino al 30 marzo. Aviva sceglierà poi fra i più votati quelli da finanziare.

Info e voti qui: https://community-fund-italia.aviva.com/voting/progetto/schedaprogetto/16-700

 

Twitter