Pedalata di impegno civile Brescia-Milano

Valutazione attuale:  / 0

7 dicembre 2019

In occasione del 50° anniversario della strage di Piazza Fontana a Milano ed in memoria di quella di Piazza della Loggia a Brescia di qualche anno dopo, la sezione di Brescia della FIAB con il suo gruppo Paciclica organizza una Pedalata di testimonianza e di impegno civile da Brescia a Milano PER NON DIMENTICARE.
Fiab Milano Ciclobby andrà ad accogliere i partecipanti a Fara Gera D'adda per condurli a Milano.

Ai soci che vogliano partecipare diamo appuntamento in piazza Fontana per le ore 15 dove avverrà un momento di commemorazione alla presenza di rappresentati delle istituzioni.

Anca l'Ambroeus el va in gir in Massa Marmocchi

Valutazione attuale:  / 0

Sabato 7 dicembre accompagniamo Massa Marmocchi a ritirare l'Ambrogino d'Oro!

Altro che fine settimana sulla neve, a Sant'Ambrogio (sabato 7 Dicembre) facciamoci riconoscere!
Tutti in massa a ritirare l'Ambrogino d'oro facendo un bel giro di Milano per non lasciare indietro nessuno!

  • Ore 9.30: ritrovo in piazza del Cannone (al Parco Sempione, davanti al castello) vicino agli amici di Locanda alla Mano
  • Ore 9.45-10.00: partenza
  • Ore 10.15-10.30: tappa intermedia Piazza della Conciliazione
  • Ore 10.45-11: tappa intermedia Piazzale Cadorna
  • Ore 11.15-11.30: FLASH MOB in piazza #LaStradaÈdiTutti.

Per il Flash Mob: portare un foglio colorato dimensioni A3, uno scotch di carta e dei cartelli autoprodotti con l'hastag #LaStradaÈdiTutti #stradescolastiche e spazio alla creatività.
Chiederemo a gran voce più rispetto per chi decide di muoversi a Milano e in tutta Italia in modalità attiva e sostenibile, chiederemo azioni concrete per dimezzare il numero di automobili circolanti a Milano. Chiederemo un accelerazione nella Riforma del Codice della Strada che prevede alcune interessanti misure per favorire la mobilità dolce all'interno delle nostre città.

Alternativa se piove:
Ci vediamo tutti davanti al Teatro dal Verme alle 11.00 per il flash mob con 1) ombrelli 2) fogli di carta A3 colorati e 3) scotch di carta

https://it-it.facebook.com/events/1312598658911619/

VIENI A SCOPRIRE CON FIAB L'AVVENTURA DEL CICLOTURISMO!

Valutazione attuale:  / 0

Un pomeriggio dedicato al vasto programma di proposte cicloturistiche di FIAB Milano per il 2020: un'occasione per incontrare le guide dell'associazione, capire il perchè della bicicletta come strumento del viaggiare più bello e sostenibile, valorizzando il territorio nei suoi aspetti naturali, storici, artistici con tour da mezza giornata a una settimana e più.

Sabato 30 novembre 2019 dalle 15 alle 18, Via Borsieri 4/e a Milano.

Info: Andrea Scagni, coordinatore attività di cicloturismo, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sede aperta per Tesseramento 2020

Valutazione attuale:  / 0

Domenica 10 novembre

La sede sarà aperta dalle 12:30 alle 18:00 per fare o rinnovare l'iscrizione a FIAB Milano Ciclobby per il 2020, per conoscerci, parlare di mobilità attiva, condividere idee e proposte...

Se avete degli amici che non hanno mai pedalato, portateli con voi: insegneremo loro (meteo permettendo) i primi rudimenti per imparare ad andare in bicicletta!
(le bici le mettiamo a disposizione noi).

Vi aspettiamo

Noi prepareremo torte salate e qualche dolce da offrire a chi verrà a trovarci, voi potete portare qualcosa da condividere!

Apre il crowdfunding di AIDA

Valutazione attuale:  / 0

Siete pronti?

Mercoledì 6 Novembre

apre il crowdfunding di AIDA

Vogliamo raccogliere 30.000 euro per segnalare con adesivi leggeri i 900 km della ciclovia AIDA!

Vi invitiamo a iscrivervi a Eppela (una piattaforma di raccolta fondi) il prima possibile, per essere pronti a donare all'apertura della raccolta: avremo solo 40 giorni, e l'obiettivo è raccogliere 10.000 € nella prima settimana!

Le ricompense

Ci teniamo anche a rivelarvi prima le ricompense (progressive), per darvi un vantaggio dato che sono ad esaurimento scorte:

  • 1.000 adesivi ufficiali di AIDA
  • 900 km da adottare: il vostro nome sarà sulla mappa ufficiale di aidainbici.it
  • 100 tessere 2020 FIAB con assicurazione RC Danni terzi
  • 35 pernotti omaggio lungo AIDA in strutture Albergabici
  • 30 Bronze Sponsorship per comparire sulle mappe di singole tappe AIDA
  • 20 Silver Sponsorship per essere citato nelle descrizione tappe AIDA
  • 10 Gold Sponsorship per comparire nella home page di aidainbici.it
  • 1 Main Sponsorship... scriveteci per saperne di più a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

E poi se finiscono (speriamo!) non dite che non ve lo avevamo detto!

Seguiteci sui Social, e soprattutto aiutateci a diffondere questo grande sogno che si chiama AIDA! Insieme possiamo farcela!

AIDA - Alta Italia da Attraversare, Ciclovia numero 20 della Rete Bicitalia

#6Novembre #Segnaliamoaida #Adotta1km

La coperta Scucita: report sulla ricognizione a nord di Milano

Valutazione attuale:  / 1

Il 21 settembre 2019 si è svolto un altro degli incontri itineranti della serie La Coperta Scucita (La coperta scucita: soluzioni innovative nell'Hinterland milanese), incontri in cui cerchiamo di capire, con l'aiuto di tecnici, esperti ed amministratori comunali, quali sono i modi per migliorare la mobilità in bici, dal punto di vista del ciclista.

A differenza delle precedenti ricognizioni, questa volta siamo andati fuori Milano, esaminando alcune delle realizzazioni nella zona tra Turate, poco a nord di Saronno, all'interno del Parco Lura e a Arese.

Organizzatore della ricognizione è stato l'arch. Valerio Montieri che, oltre ad essere Consigliere Nazionale della FIAB e membro del Gruppo Tecnico della nostra associazione, è soprattutto un addetto ai lavori. In particolare Montieri si è occupato della progettazione di alcuni degli interventi in cui abbiamo effettuato i sopralluoghi ed è stato quindi fonte preziosa di informazioni sia per ciò che riguarda gli aspetti tecnici e normativi sia perchè ci ha permesso di ascoltare direttamente dalla voce degli amministratori comunali coinvolti le motivazioni, i  problemi e le soluzioni trovate per migliorare la mobilità ciclistica.

Abbiamo realizzato un video dei vari sopralluoghi con interviste e spiegazioni dettagliate. La durata è di poco più di 20 minuti ma riteniamo vi siano esposti molti dei principi che dovrebbero guidare nella realizzazione di una mobilità non incentrata solo sulle automobili.

Ringraziamo:

Comune di Turate
Roberta Giovanna Clerici - Vicesindaco, Assessore all'Urbanistica, Lavori Pubblici e Sociale
Ivan Iula - Assessore Ecologia, Ambiente e Mobilità
Barbara Mariga - Assessore Istruzione, Cultura, Sport e Tempo Libero

Consorzio PLIS Perco Lura
Arch. Francesco Occhiuto - Direttore

Comune di Arese
Arch. Enrico Ioli - Assessore a Urbanistica, Lavori pubblici, Smart City,
Mobilità sostenibile, Edilizia privata e pubblica, Viabilità

e tutti coloro che hanno partecipato.

NO MOVE-IN

Valutazione attuale:  / 0

APPELLO

IL COMUNE DI MILANO RITIRI L'ADESIONE A MOVE-IN

Secondo l'accordo tra il Comune di Milano e Regione Lombardia, a chi installerà il dispositivo Move-in sulla propria auto (Euro 0 benzina ed Euro 0, 1, 2, 3 e 4 Diesel) sarà consentito percorrere un certo numero di km all'interno di Area B. L'annuncio è stato dato al Tavolo Aria regionale del 15 ottobre e nei prossimi giorni verranno definiti i km consentiti. L'aria di Milano è una delle più inquinate d'Italia. Nel 2018 sono stati superati del 50% i limiti di legge per il biossido di azoto, prodotto principalmente dai diesel, e 80 volte il limite giornaliero del PM10 contro le 35 concesse, con un miglioramento rispetto al 2017 che la Regione riconduce a condizioni meteorologiche favorevoli.

La decisione del Comune di Milano è quindi, profondamente sbagliata e gravemente dannosa per sei ordini di motivi:

  1. Aumenta l'inquinamento atmosferico, già a livelli illegali
    Milano è fuori legge: viola i limiti del PM 10, del PM 2.5, dell'NO2 e dell'ozono. Tutti inquinanti le cui concentrazioni dipendono prevalentemente o in grande misura dal traffico. I veicoli coinvolti nel progetto Move-in (Euro 0 benzina ed Euro 0, 1, 2 e 3 Diesel, e per il Comune di Milano anche gli Euro 4 diesel vietati dall'ottobre 2019) sono i più inquinanti. Sono auto, ma anche furgoni e camion, che hanno emissioni di particolato e ossidi di azoto (normative e reali) decine, talvolta centinaia, di volte più elevate di quelle più recenti. Per questo Area B ne vieta l'ingresso in città. Consentirlo peggiorerebbe una situazione già molto grave.
  2. È in contraddizione con i principi alla base di Area B
    Area B è volta a tutelare l'ambiente nella nostra città e promuovere una trasformazione della mobilità indispensabile per migliorare la qualità dell'aria. Area B, inoltre, vietando l'ingresso ai veicoli più inquinanti (Euro 0, 1,2,3,4) sottrae veicoli dalla circolazione, riducendo lo spazio occupato dalle auto per ridarlo ai cittadini e al trasporto pubblico. L'adesione del Comune a Move-in contraddice completamente questa impostazione e le scelte di ATM che sta investendo in trasporti a basse o zero emissioni.
  3. Causa ulteriori gravi danni alla salute dei cittadini
    L'esposizione a livelli elevati di inquinanti causa gravi danni alla salute umana, soprattutto di bambini e anziani. Area B è stata annunciata dopo che un'analisi epidemiologica ha stimato che a Milano, ogni anno, muoiono 594 persone solo per le concentrazioni fuori legge di biossido di azoto. L'introduzione in città di veicoli le cui emissioni sono molto elevate comporterà l'aumento delle concentrazioni di inquinamento che si realizzano a immediato contatto con la popolazione ad esse esposta con grave danno e rischio, anche a breve termine, per la salute e, in alcuni casi, anche per la vita stessa dei cittadini.
  4. Allontana la data di rientro di Milano nei limiti di legge per gli inquinanti
    La nostra città deve migliorare la qualità dell'aria per rientrare nei limiti di legge nel più breve termine possibile. Uno studio realizzato nel 2019 ha ipotizzato che il rientro nei limiti di legge per l'NO2 può avvenire al bando dei veicoli Euro 5 diesel da Area B (ad oggi 2025), ipotizzando la sostituzione dei km "sottratti" alle auto bandite, con mobilità non inquinante. Questa decisione comporta l'allontanamento del rientro della città nei limiti di legge nel tempo – già remoto - e la condanna di Milano a violare la legge per ancora più tempo.
  5. Vanifica i significativi investimenti di denaro pubblico sostenuti per Area B
    Il Comune di Milano e gli enti pubblici coinvolti stanno sostenendo costi elevatissimi per implementare Area B. Sono investimenti con fondi pubblici, la cui efficacia viene fortemente compromessa dalla decisione di far entrare in città proprio le auto inquinanti per la cui eliminazione il sistema di Area B è costruito. Del pari sono ostacolati i miglioramenti attuati nel trasporto pubblico da Comune e ATM e aumenta la spesa per far fronte ai disagi e ai danni provocati dal traffico che non diminuirà.
  6. Induce altri Comuni a fare accordi simili, altrettanto dannosi
    Sistemi analoghi ad Area B andrebbero attivati in molte città del bacino padano e non solo. Per proteggere la popolazione da un danno terribile che rende il nostro paese unico in Europa. Milano deve essere un modello positivo, da seguire e migliorare. L'adesione a Move-in va nella direzione opposta, legittimando altri comuni a fare lo stesso.

Chiediamo che il Comune di Milano ritiri immediatamente la sua adesione al progetto Move-in di Regione Lombardia. Il Sindaco Beppe Sala e la sua Giunta hanno più volte detto di voler attuare politiche efficaci per l'ambiente e di considerare quest'ultimo una priorità: questa è l'occasione per dimostrarlo. Con Area B, la città ha fatto un positivo passo in avanti nel prendersi cura dei propri cittadini. Molti di coloro che vivono a Milano e in molti comuni limitrofi sanno e vogliono muoversi con mezzi alternativi all'auto privata quotidianamente. È tempo che questo impegno e cambio di stile di vita siano coerentemente sostenuti e incentivati.

Milano, 21 ottobre 2019

Firmatari:

  • Cittadini per l'Aria Onlus
  • FIAB Milano Ciclobby
  • Genitori Antismog
  • Legambiente Lombardia
  • WWF Lombardia
  • Altroconsumo

Riunione annuale guide cicloturismo

Valutazione attuale:  / 0

Con l'autunno torna il momento di ritrovarsi per un bilancio della stagione cicloturistica al termine e per predisporre tempi e modi di pianificazione della prossima. Abbiamo sia esperienze positive che problemi da valutare, nonchè da decidere alcune iniziative di incontro e promozione per il periodo invernale in preparazione.

L'incontro è aperto anche ai soci cicloturisti esperti interessati ad un'eventuale attività di guida per l'associazione.

Sabato 26 ottobre 2019 dalle 10 alle 12 in via Borsieri 4/e a Milano.

Per informazioni contattare Andrea Scagni (coordinatore cicloturismo): turismo@ciclobby

Twitter

Infomobilità Milano

Gli avvisi sulla mobilità si fermano qui, per oggi. Torniamo attivi lunedì 9/12, dalle 7. Buona serata dalla Centrale Operativa di #Milano

by Infomobilità Milano